Spedizione gratuita oltre 99€

Vino rosso d’estate bel tempo si spera!

di Simona De Pisapia il May 29, 2021
Il caldo comincia timidamente a farsi sentire e ci avviciniamo sempre di più alla stagione più focosa dell’anno: l’estate.


C’è chi stabilisce uno stretto legame tra estate e vino bianco e chi invece continua ad essere fedele all’amato vino rosso, nonostante le crescenti temperature “tropicali”.

 


Ed è proprio in questo periodo dell’anno che si ripropone l’interrogativo di sempre: cosa e come bisogna fare per mantenere la corretta temperatura di servizio di un vino rosso e renderlo di nuovo desiderabile agli occhi di chi d’estate beve solo vino bianco o al massimo si concede un fresco vino rosato?


La temperatura di servizio è fondamentale per la degustazione dei vini, siano essi bianchi, rosati o rossi (è un assioma indiscutibile! 😊).

Ogni vino ha una sua precisa temperatura di servizio, che permette di esaltare al meglio le sue caratteristiche organolettiche, alcune ne vengono rinforzate altre attenuate.

Ritornando al vino rosso, la temperatura di servizio oscilla tra i 14° e 18°C, quella giusta dipende dalla struttura del vino, dalla tannicità, dalla sua evoluzione.

Come possiamo fare per mantenere quelle temperature, quando la temperatura ambiente estiva si avvicina ai 35°C e non si ha la fortuna di avere una très chic EuroCave?
Bisogna ricorrere ad espedienti più pop: frigorifero di casa oppure, in circostanze più estreme, al secchiello con il ghiaccio!
Sì, hai capito bene! Un’integralista della tecnica come me ha l’ardire di consigliarti proprio il frigo di casa o addirittura il ghiaccio!

Quando la temperatura ambiente è terribilmente, ma anche adorabilmente elevata, un vino rosso tra i 14/18°C può sembrarti addirittura freddo! Ma non lo è! È semplicemente la temperatura corretta, quella che ti permetterà di godere, sia dal punto di vista olfattivo che gustativo, della totale piacevolezza del vino rosso che hai scelto di bere!

Devi solo fare molta attenzione ai minuti. Non lasciare il vino nel frigo per troppo tempo, bastano 30 minuti prima del consumo a tavola, a volte anche meno…!

D’altronde anche io non riuscirei a bere un vino rosso a temperatura ambiente, quando l’ambiente è a 35°C!
Facciamo largo quindi ad un qualsiasi mezzo che torni utile a superare una situazione imbarazzante, a vincere l’ostacolo del caldo estivo!

Poi rimane l'enigma dell’abbinamento del vino rosso con il pesce! Pensate ad un fantastico, estivo rombo alla griglia oppure tagliato in piccoli bocconi, avvolti in una sottile fettina di prosciutto crudo, con un ripieno di erba cipollina...
Che acquolina in bocca! Questo è un altro interessante capitolo, che affronteremo presto insieme.

Goditi il tuo vino rosso preferito!

E per chi, da paesi forestieri, ritornerà a provare i nostri vini: enjoy your favourite red wine!