"Cantina del Barone"

 
 
 Vigneto Cantine del Barone

 

In viaggio verso il sud dell'Italia del vino

C'è una giovane viticoltura in Irpinia, "giovane sì ma con forti radici nel passato". Cantina del Barone nasce a Cesinali, piccolo borgo agricolo in provincia di Avellino. Qui, da oltre un secolo la famiglia Sarno si dedica alla cura della propria terra. A metà anni novanta Antonio Sarno acquistò l’azienda che fu di proprietà di un barone residente a Napoli, da cui il deriva il nome dell'azienda. I terreni sono di origine vulcanica ricchissimi di minerali e con un adeguato contenuto di scheletro. Ottima l'esposizione: in queste vigne il Fiano trova il suo habitat.



Luigi Sarno

Il sogno di Luigi Sarno dopo gli studi in enologia era quello di produrre un vino rispettando sia la tradizione sia la materia prima. Nel 2001 parte della vigna di Fiano, la "particella 928", viene reimpiantata con un nuovo sesto di impianto e con un diverso orientamento dei filari. I 2800 ceppi ricevono così i raggi del sole in modo uniforme su tutta la chioma, al fine di raggiungere una migliore maturazione. Nel 2009 le uve vengono vinificate a parte per la prima volta. Fermentazione senza aggiunta di lieviti selezionati e permanenza sulle fecce per circa sette mesi. Infine, quattro mesi di affinamento in bottiglia per dare vita al Fiano di Avellino "Particella 928".

 

 

Buona degustazione

 

Simona de Pisapia

Cantina del Barone

1 oggetto(i)